mercoledì 27 maggio 2009

E al diavolo tutto.



Che se cado una volta, una volta cadrò..


e da terra, da lì m'alzerò.


C'è che adesso che ho imparato a sognare, non smetterò.

8 commenti:

andrea ha detto...

ciao
dico sempre a mio figlio
se hai imparato a camminare
puoi imparare a fare tutto
ed e' un modo per ricordarlo soprattutto a me stesso
la mentalita' del bambino che abbiamo perso
ritroviamola osservando i nostri figli
ciao

Bk ha detto...

brava piccola!
rialzati, pulisciti le mani e vai avanti.

Ross ha detto...

Ho imparato a sognare
quando un sogno è un cannone
e se sogni
ne ammazzi metà
.

Ogni tanto me lo ripeto, per non rischiare di dimenticarmene. Non troppo spesso però, altrimenti mi lascerei prendere la mano e farei una strage. :p

Un abbraccione Spippy!

Antonia ha detto...

Che sulle sbucciature basta un pò di ghiaccio.Poi ci si rialza.E fa meno male.


Un sorriso.Antonia.

JAENADA ha detto...

Non sono mai così creativo come quando sogno e nulla mi rende così ispirato come le cadute.....

Baol ha detto...

Come ho già scritto altre volte su altri blog (e non smetterò per questo di scriverlo), come ci disse il mio prof di Ragioneria I all'ultima lezione: "Ricordatevi, nella vita capita di cadere, l'importante è sapersi alzare con onore"

Un abbraccio

Alberto ha detto...

Quoto Baol. ;-)
Che poi questo sia facile è un altro discorso...

Siamo con te, su.

Un abbraccio amicale :-)

Luca ha detto...

Sogna ettolina...i sogni sono la forza che ci spinge a vivere e a stare bene! Costano fatica e impegno...ma se realizzati, non importa poi se grandi o piccoli, colorano la nostra esistenza e nell'attimo in cui ce ne rendiamo conto aumentano il gusto di vivere...vivere senza sognare non è vivere!