mercoledì 10 dicembre 2008

11 dicembre 2008.

L’ 11 dicembre 2008 non sarò soltanto io a sedermi di fronte alla Commissione di laurea. Presenti – se non fisicamente, di certo nei miei pensieri e nel mio cuore – vi saranno altre persone che qui voglio stringere in un abbraccio tanto ideale e collettivo, quanto sentito e profondamente affettuoso. L’11 dicembre 2008 queste persone speciali conseguiranno la laurea insieme a me, perché senza di loro, e senza esagerare, non avrei mai raggiunto questo importante traguardo.
E allora grazie, grazie davvero a tutti voi.

Grazie babbo e mamma, per il vostro costante e generoso supporto, per la silenziosa ma sempre percepibile fiducia riposta in me e nelle mie possibilità. Grazie per esserci sempre stati, per esservi sempre interessati alla mia carriera scolastica e ai miei studi, da quando, alle elementari, mamma mi correggeva i temi di italiano e babbo mi aiutava a ripetere la lezione di geografia. Grazie per non avermi mai fatto mancare nulla e, anzi, per avermi donato senza riserve un amore grande ed insostituibile come il vostro.
Grazie Gabri, perché sei l’unico fratello maggiore che potrei desiderare di avere e perché se c’è una foto che non mi stancherò mai di guardare è quella appesa alla parete della mia camera, sopra al letto. Se ne sta lì, a vegliare su di me, a farmi sentire che è come se dormissimo ancora insieme, nella stessa stanza – ordinatissima dalla tua parte e perennemente “incasinata” dalla mia. Grazie per tutte le volte in cui, dopo aver saputo l’esito di un mio esame, mi hai scritto “somara” sul telefonino. Grazie per avermi dedicato un intero tema quando sono nata. Non ho mai potuto leggerlo, ma mi fido di babbo e mamma e so che ci hai messo tutto il tuo grande cuore.
Un abbraccio speciale voglio regalarlo poi a Laura.. e che bello dover allargare un po’ di più le braccia per accogliere anche Pietro, lo splendido angioletto che il prossimo Aprile arriverà tra di noi e che ameremo come solo i grandi doni della vita si possono amare.


Grazie Manu, che senza di te, lo sai, tutto questo – e molto altro – non sarebbe stato possibile. Grazie perché mi vuoi bene per quella che sono, con tutte le mie paranoie, paure ed eterne insoddisfazioni. Grazie perché hai preso le mie mani e le hai strette forte tra le tue, grazie di avermi riempito l’anima di emozioni uniche ed irripetibili, grazie per le risate, i giochi, i lunghi discorsi, i nostri viaggetti e le passeggiate sui monti. Parole troppo povere e semplici, le mie, per dirti tutto ciò che sento e che sei per me. Ma, noi lo sappiamo, a volte più che le parole sono gli occhi a parlare, con qualche lacrima di gioia o uno sguardo sorridente.. o magari a comunicare è il “bum-bum” e allora va bene anche il silenzio, per poterlo ascoltare meglio.

Grazie Elena e Antonio, che ormai pensarvi separati è quasi impossibile e d’altronde è tanto bello sapervi uniti e felici di esserlo. Grazie per i nostri “giovedì sera – serata film”, soprattutto perché il cinema diventa casa vostra e molto spesso i film che propongo hanno su di voi un effetto altamente soporifero! Grazie Elena per essere stata la migliore capo-squadriglia che potessi avere, grazie per le giornate al fiume e per le buonissime tisane nelle tue stupende tazze. Grazie Antonio per tutte le volte in cui mi prendi in giro strappandomi più di un sorriso, grazie per avermi sempre dato consigli azzeccati (e mannaggia a me quella volta in cui ho voluto fare di testa mia!!).


Grazie Paper, perché sei l’amico “più specialissimo” del mondo. Grazie per i tuoi messaggi infiniti ed incomprensibili, per i tuoi pettegolezzi sempre aggiornati, per quando mi dici che “do sempre buca” - anche se ormai non è più vero -, per avermi fatto fare un incidente in macchina (!!), per avermi fatto conoscere Manu e soprattutto perché sei un amico presente. Questo, agli occhi di una come me, non è poco.


Grazie Stefano, o Benny o Pera che dir si voglia, per gli interi pomeriggi passati a chiacchierare su Messenger senza che mi stancassi mai e senza pensare che adesso basta, devo studiare, perché non c’è niente di più bello che trovarsi in sintonia con qualcuno a cui senti di volere bene anche se lo conosci da poco tempo.


Grazie Vale, perché in te non ho trovato solamente una collega di studi ma anche e soprattutto una vera amica. E quindi grazie per aver sopportato i miei “strippi” pre-esame, ma anche quelli della vita di tutti i giorni, che stiamo davvero condividendo come se abitassimo a pochi chilometri di distanza. Grazie per le nostre “disavventure” vacanziere, per quando stavamo morendo di fame e abbiamo avvistato in lontananza il pane caldo con la scamorza fusa sopra; grazie per le nostre tintarelle invidiabili e per avermi sgridata quando non mi mettevo la crema solare; grazie per i nostri piccoli grandi segreti.


Grazie Michela, perché con te ho capito che la vera amicizia non conosce limiti di tempo né di spazio. Grazie per quei cinque meravigliosi giorni trascorsi insieme al campetto scout di Spettine e per tutte le lettere e i messaggi e le e-mail che ci siamo scambiate da una decina di anni a questa parte. Grazie per i sogni coltivati insieme, la scrittura e il giornalismo. E’ anche per questo che, in fondo in fondo, non abbandono mai la speranza di farcela.


E ancora, grazie alle colleghe del Servizio Civile – Milena, Chiarastella e Valentina – per gli indimenticabili (ed interminabili!) giorni passati insieme in biblioteca, a catalogare e visionare disastrati cortometraggi.
Un abbraccio e tante carezze speciali vanno poi ai miei amici a quattro zampe: Teo, con il suo naso costantemente piantato per terra e quelle orecchie enormi tutte da “spatuzzare”;

Joss, che mi accoglie sempre scodinzolando e saltellando, sprigionando gioia da tutti i pori.. e quanto vorrei poterlo portare a casa con me;

Bianca, la mia dolce micia, che mi ha “fatto compagnia” – dormendo sul letto o accoccolandosi sul computer – mentre studiavo ripetendo a voce alta e che forse forse avrebbe potuto darli lei gli esami, al posto mio.


Un ringraziamento particolare lo devo poi alle persone incontrate al C.I.D.R.A – Centro Imolese Documentazione Resistenza Antifascista – , che con la loro disponibilità mi hanno offerto un aiuto prezioso in tutte le fasi preparatorie dell’elaborato di tesi. Grazie a Marco, per avermi consigliato montagne di libri e fornito alcune delle foto inserite nel lavoro. Grazie a Giuliana Zanelli, che generosamente mi ha concesso “l’esclusiva” sul materiale utilizzato, trent’anni or sono, dal padre, Ezio Zanelli, per la realizzazione di un' interessante ricerca sulla storia del Pci della sezione di Osteriola. Infine grazie a Elio Gollini, che quando mi sono presentata a lui come la nipote di Nicola Andalò, mi ha rivolto un sorriso sincero, riempiendomi di gioia ed orgoglio.
Grazie al Professor Tortorelli per aver accettato di essere mio relatore e per aver mostrato interesse verso l’argomento da me scelto, proponendomi di svilupparlo ulteriormente anche in seguito al conseguimento della laurea. Grazie per la disponibilità e l’aiuto offertimi, elementi fondamentali che mi hanno permesso di svolgere al meglio il presente lavoro.

E infine grazie ai miei nonni: Gigliola, Mafalda, Mario e Nicola. A voi l’abbraccio più forte ed affettuoso, per dirvi che vi voglio bene e che non vi dimenticherò. Ma sono anche sicura che voi, da lassù, questo lo sapete bene.

10 commenti:

JAENADA ha detto...

Grazie a te Ettuccia,per averci voluto rendere partecipi.In bocca al lupo per domani e spero di poterti scrivere un bel: "SOMARA",anch'io :)

Baci.

Hossobuco ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Hossobuco ha detto...

Spero sia andato tutto ok...ho incrociato le Hossa per te....

Ross ha detto...

Non che tu ne abbia bisogno (magari mentre scrivo ti stai già divorando la commissione), ma ti mando lo stesso un grandissimo abbraccio portafortuna!

Anonimo ha detto...

qst mezzi dottori...

digito ergo sum ha detto...

li hai massacrati, vero? sono ancora lì che sanguinano...

so che lo hai fatto per te e per tutte le persone che hai voluto ringraziare...

Anonimo ha detto...

non devi dirmi grazie x niene tesoro mio!!!x me esserti amica è gia una gioia immensa!ti voglio bene ma tantissimo!!mi.

Baol ha detto...

Ma com'è andataaaaaaaaaaa?

Dicci dicci!!!

desaparecida ha detto...

felicissima per te dolcezza rosa!
Lo sai ...veramente di cuore! :)

Anonimo ha detto...

o cazzo non sapevo mica niente di 'sta dedica....mi sono quasi commosso l'ascella!!!

Grazie de còre!

Stefano