martedì 29 luglio 2008

Pensieri correnti.


Certo che oh, chi l'avrebbe mai detto che esisteva una biblioteca così. Piccolina, piccolissima, con un'unica sala-studio di 10 posti soltanto, fitta di libri tutti sulla Storia e sulla Resistenza partigiana di Imola e dintorni. Chi l'avrebbe mai detto che, parlando con quel signore dai capelli bianchi, quel signore che la Resistenza l'ha vissuta sulla pelle, si sarebbe ricordato di mio nonno e avesse esclamato, entusiasta: "Nicola? Ma certo! E' stato anche segretario dell'A.n.p.i !". Venezia io me la ricordavo quando ci sono andata con i miei e una mia compagna di classe, boh, avrò fatto le medie.. il viaggio in treno, allora, mi era parso eterno, mentre ieri.. 2 ore da Bologna ed eccoci in stazione, che poi esci e ti ritrovi di fronte il mare. Venezia è stupenda e i sospiri non li fai solo quando vedi il ponte omonimo..i sospiri li fai ad ogni piccolo ponte, ad ogni caletta nascosta. Ma perchè diamine sto cardio-frequenzimetro deve bippare anche quando non sto sforzando il cuore..mi fa prendere dei colpi, accidenti, mi dice che c'ho la frequenza cardiaca a più di 200, eccccchecccavolo, neanche fossi in punto di morte..maledette interferenze di non so cosa. A volte le cose semplici hanno ancora il potere di stupirmi e allargarmi il cuore. Robe da non credere, visto e considerato con quanta insistenza il mondo remi in direzione opposta. Eppure non posso fare a meno di pensare all'altra sera, a quanto sia stato bello concludere la serata a casa di amici..fuori e dentro un caldo atroce, ma tante chiacchiere sincere e si fanno le 3 di notte come niente. Ma che palle sti camionisti che non possono fare a meno di pigiare il clacson ogni volta che vedono un essere femminile sgambettare con canotta e pantaloncini corti. Io a certi maschi li castrerei.. oppure farei provare loro l'ebrezza di essere inchiappettati senza il loro consenso, a vedere se la piantano di sbavare alla sola vista di un ombelico scoperto. Berlusconi è davvero la caricatura di se stesso..ha avuto la faccia tosta di chiedere chi lo ripagherà dei soldi spesi per far fronte a tutti i processi che gli sono stati intentati. Ma porca loca, ma perchè dall'altra parte non c'è mai nessuno capace di sputargli in un occhio e di dirgli che il poveraccio accusato ingiustamente ha mille e mille volte più di lui il diritto di essere risarcito! Due settimane e sarò tra le mie montagne. Tutto l'anno che aspetto questo momento e finalmente manca poco. Vorrei perdermi, io, tra le Dolomiti. E che nessuno, a parte forse qualcuno, mi trovasse più. Vorrei perdermi lassù e fare la spola ogni giorno da un rifugio ad un altro e poi ad una malga e poi vorrei bere latte appena munto tutte le mattine e poi ho voglia di sentire il sudore sulla pelle quando arrivo in cima e c'è una croce e sotto la croce c'è un taccuino vecchio vecchio e metterci la mia firma per dire "io sono stata quassù"..per dirlo a chi non lo so, forse a me stessa, forse al silenzio maestoso delle rocce. Non sono nata con un sogno nel cassetto e mi sono sempre sentita una pecora nera per questo.. il fatto è che di sogni io, nella mia vita, ne ho avuti a momenti troppi, troppo grandi e tutti insieme; in altri momenti nessuno, mi sono lasciata cullare e poi affondare da certe onde enormi.. Merda, quando corro divento melodrammatica all'ennesima potenza. Sti pensieri sarebbe bello catturarli e metterli nel blog..ma chi se ne ricorderà più una volta a casa?! Ecco, lo sapevo, mi sono scordata di rispondere al messaggio di M. Cos'è che stavo pensando prima? Ah sì, i sogni.. Oh no eccolo, il nonnetto malefico..adesso me lo dice, adesso me lo dice, 3-2-1 : "Ciao bella! Sei bellissssima!! Sei il mio tesoro!!" Eccccheppalle, l'ho capito..e poi togli quel "mio", che mi sa troppo da sudicio e mi vengono i brividi dallo schifo e non mi piace. Oh a me i vecchietti piacciono tanto eh.. fosse per me, li abbraccerei tutti.. quelli dell'altra sera poi, ai mercatini di Brisighella, quella coppia marito e moglie che vendeva ceste in vimini fatte a mano..quanto erano dolci! Se ne stavano al buio rispetto al resto delle bancarelle, le ceste attaccate alla bell'è meglio alla loro Cinquecento vecchissima e aspettavano, in silenzio. Quando ho chiesto: "Quanto viene questa?", il vecchietto si è alzato, mi ha sorriso e, quasi incredulo di fronte al mio interesse, ha risposto, candidamente: "Quanto viene? Ma sa che non ci ho nemmeno pensato?". Era contento, si vedeva. E mi ha chiesto solo 5 euro.. io, per simpatia e tenerezza, gliene avrei dati infinitamente di più.

11 commenti:

Anonimo ha detto...

stai troppo male!

Baol ha detto...

Messa tra i feed! ;)

JAENADA ha detto...

"Colsi a volo la mia intuizione e buttai giù subito le parole che avevo sottomano per fissarle prima che di nuovo se ne volasse via da me. E ora è morta in queste povere parole e penzola e ciondola da esse - e io non so più mentre le leggo,come fu che provai tanta felicità quando catturai questo uccello.(F.Nietzsche)

Ma Nietzsche non aveva ancora letto il tuo post :-)

P.S.Il sindacato dei camionisti mi comunica che il colpo di clacson al passare di una graziosa donzella è previsto dal CCNL degli addetti al trasporto merci
all'articolo 15 comma 6.

Etta ha detto...

*ANONIMO:

E perchè? Quando corro e mi perdo nei miei viaggi mentali, invece, è uno dei momenti in cui sto meglio.

*BAOL:

Grasssie!!

*JAENADA:

Tanti grandi della filosofia,del pensiero e della letteratura non mi hanno ancora letto. Io, seppur nata decenni o secoli avanti, precedo tutti in originalità, maturità e dialettica. E un pochino anche in modestia.

Epppoi, a Nietzsche i camionisti mica glielo suonavano il clacson.. che anche questo è testimonianza di maggior interesse e stima nei miei confronti.

Mat ha detto...

che stai studiando proust?
tesoro, farò l'impossibile per farti rinsavire!ihihihi
bacio grande

Lillo ha detto...

Eh, diventa un problema quando i camionisti il clacson lo suonano anche A ME.

Be vabbè.

Ed al vecchietto, almeno 10 € dovevi darglieli!

Bacio,
-L.

2pa ha detto...

james joyce non è nessuno!
siamo in pieno stream of consciousness, ti sei lasciata trasportare dal tuo flusso di coscienza. se avessi tolto i segni di punteggiatura si poteva dire che questo era il monologo di molly del 21 secolo, il monoogo di etta! :)
ps: il tuo è più leggero, le mie notizie sparse in questi giorni sono più indignate che mai! sarà il caldo delle nostre montagne?! mah....
pps: se u ncamionista mi suona mentre corricchio lo interpreto come un segno divino, devo smettere di farlo!! anche perchè il sottoscritto da come si vede nella foto si sfumacchia quasi un pacchetto di winston rosse al giorno!
w il flusso di coscienza, w le winston rosse :)
ppps: consiglio una camminata al rifugio venezia sul monte pelmo, grande soddisfazione! buon cammino

rompina ha detto...

oh be'...i sogni vanno e vengono, che se poi non tornano allora non erano per davvero sogni tuoi...e tu sei libera di farne altri, magari piu' grandi, magari piu' piccoli, ma pur sempre solo tuoi...
la prossima volta che incontri quei vecchietti, compra una cesta anche per me, vala', che poi ti rido' i soldi...che gente cosi' ce ne vuole di piu' a questo mondo e bisognerebbe per davvero che inventassero la macchina del tempo...per loro. ;o)

Etta ha detto...

*MAT:

Ardua impresa Mat, arduisssimissima impresa!

*LILLO:

Ah sì,eh? Allora ti sfido: io dico che sono più quelli che suonano a me. Se ho ragione, per penitenza devi trascorrere una notte di fuoco con uno di loro..pappappero!!

*2PA:

Il Pelmo lo conosco, ci andavo a "sciare" (tra virgolette, perchè in realtà provavo a sciare) quando ero più piccoletta. Gran bei posti anche quelli, accidenti. E poi l'aria fresca e limpida che si respira..altro che Winston rosse, se ti fai una scampagnata ad alta quota con me vedrai che ti faccio passare il viziaccio!!

*ROMPINA:

Okay Rompina, ti inserisco nel comitato "Pro-vecchietti in gamba" ;)

2pa ha detto...

:) fumerò un po' di meno allora! senza andare troppo lontani basta il monte fumaiolo..ecco, sempre il fumo!! :)

desaparecida ha detto...

un bacio dolcezza rosa....!