venerdì 7 novembre 2008

Perchè, malgrado tutto, il berlusconismo trionfa.


Se il libero voto premiasse il buon governo, Silvio Berlusconi sarebbe sconfitto. Ma lui conosce il popolo e le sue debolezze. Nella sua fulminante ascesa, Silvio ha eccelso in tutto ciò che il buon governo teme e condanna , a cominciare dal carrierismo più sfrenato e dalla concorrenza senza esclusione di colpi e senza freni. Nella sua esperienza d'imprenditore ha perseguito con successo tutto ciò che ha danneggiato la modernità capitalistica fino all'attuale crisi: un aziendalismo implacabile pronto a servire la politica più avventurista pur di ricavare vantaggi, l'uso mistificatorio della pubblicità volto a moltiplicare i consumi inutili e magari dannosi, la diffusione di una cultura di massa basata sui gusti peggiori delle masse, un uso continuo dello spettacolo e del sesso nello spettacolo per addormentare le coscienze e aprire la strada all'autoritarismo morbido, alla sera tutti davanti alla tv a guardare le belle gnocche con la bottiglietta di birra a portata di mano.
Non che Silvio abbia inventato questo tipo di modernità, diciamo la società attuale o prossima ventura dei poveri sempre più poveri di conoscenze e di potere e dei ricchi sempre più ricchi di denaro e di privilegi, non diamogli colpe o responsabilità che sono un portato dei tempi, della storia; ma, insomma, lui non si è tirato indietro, il suo contributo allo sfascio lo ha dato. E allora perchè la sua popolarità cresce, perchè lo si vede già capo dello Stato, perchè il berlusconismo è o sembra trionfante?
Il sociologo francese Pierre Musso ha scritto un saggio intitolato Il Sarkoberlusconismo, in cui spiega il successo dei due come il prodotto etremo della telesocietà, della tv e di internet. I due hanno capito tra i primi che bisognava potenziare in politica i fondamenti brutali della way of life darwiniana: i più forti e spregiudicati vincono, i perdenti vengono accomunati nel disprezzo, sono tutti comunisti, tutti sessantottini. La vittoria dei primi è nell'ordine naturale delle cose come lo è la sconfitta dei secondi, gli oppositori sono contro natura. "Questi sabotatori sono normali, secondo voi?" domandano i capi vincenti ai loro seguaci. "No", rispondono gli altri a comando. Il mondo della politica per il buon governo, della dialettica, cede il campo a quello delle antitesi radicali, dei salvatori e dei demoni, dei ricchi e dei poveri. Come uscirne? Silvio ha dato una risposta, perfetta perchè irreale, da sogno: "Sposatevi un milionario".
Giorgio Bocca.
Articolo tratto da "Il Venerdì di Repubblica".

16 commenti:

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Quello che più mi infastidisce, è vedere come riesca a prendersi gioco delle classi meno abbienti con il contributo di quest'ultime.
Incredibile come le persone riescano a considerarsi carnefici quando sono solo vittime.
Un caro saluto.
Ottimo post.

ANNA ha detto...

Come cazzarola avrò fatto a non pensarci prima????!!!!!!!! Era così semplice... dovevo trovare solo il milionario!!!! Ciao Spippy

Anonimo ha detto...

potere mediatico probabilmente convince tti ke possono diventare degli imprenditori d successo mentre il suo unico scopo è qll d arrichirsi alle nostre spalle e grazie a noi.
s dovrebbe iniziare a boiccotare tte le sue aziende o meglio qll della famiglia sl x fargli capire ke c ha rotto il ca***.
nn lo confonderei con sarkozy lui al benessere del suo paese c tiene,qnd è salito al potere ha riunito economisti e politici d ambo gli schieramenti x trovare la soluzione hai problemi della francia.
montanelli disse nel 2001 l'unico modo ke hanno gli italiani x guarire da berlusconi è qll ke lui salga al governo a quel pto saranno vaccinati contro il berluscanesimo...ma s vede ke noi italiani nn seguiamo "le leggi della medicina".
cmq ogni volta ke parla s mette in ridicolo,oltre a mettere in ridicolo tti noi,potrebbe almeno auto-censurarsi x autocoscienza,ma la cosa + brutta è ke i suoi alletati lo venerano cm un dio e tto ciò ke dice è legge.
zattera

Mat ha detto...

io lo ucciderei.

Baol ha detto...

Il senso è che stiamo andando a remengo...

Squilibrato ha detto...

Si, non si può dare la colpa a Silvio se esistono questi mezzi catodici e mass media per le pubblicità. Non dipende da lui, ma concordo che ha contribuito per bene alla disfatta della personalità di molti. Molti, dietro a seguire come pecore.
La Repubblica e la Democrazia non esistono più. Mettiamocelo in testa.

digito ergo sum ha detto...

la cosa che conta, secondo me, è che si è arrivati alla dicotomia berlusconi - pornografia.

esattamente come accade con la pornografia, che nessuno vi ricorre ma fa un fatturato di smillantamila fantastiliardi di petrodollari all'anno, quell'idiota è al governo ma, a sentire in giro, nessuno lo ha votato...

sarà un indice buttato là, ma secondo me, la dice lunga...

un abbraccio e buona domenica

Dual ha detto...

Ciao gironzolavo tra i blog ed eccomi nel tuo..Ti lascio un salutino e ti auguro una buona domenica!!

XPX ha detto...

Concordo, e aggiungo: l'alternativa non si chiama Obama, purtroppo.
Poi l'italiano ha la psicosi del grande fratello: apparire, non essere. E silvio è maestro in questo.

fratello vento ha detto...

quando penso a Silvio penso sempre agli Imperatori romani che conquistavano il popolo grazie alla sabbia macchiata di sangue nel Colosseo mentre Roma era in preda a tubercolosi e a troppa povertà!

hai un bel blog! ciao presto tornerò a trovarti!anzi..continuerò a soffiare di qui!

JAENADA ha detto...

"Berlusconi è un personaggio al tempo stesso ripugnante,comico e appassionante.Ripugnante perchè il cinismo portato a questo livello mi fa orrore.Comico perchè il suo personaggio sarebbe stato straordinario nella commedia all'italiana degli anni d'oro:un guitto scroccone pronto a tutto.Le sue boutade gradasse da seduttore irresistibile nascondono,a un orecchio appena appena esperto,un profondo panico sessuale.Ci vorrebbe un Risi o un Malaparte per raccontare questa decadenza del corpo e dell'anima e farne un oggetto di riso liberatorio.Infine,Berlusconi mi appassiona perchè rivela la corruzione profonda delle nostre società,non solo di quella italiana.Non ha preso il potere con un colpo di Stato mediatico.C'e' un'adesione profonda dell'Italia:è una vergogna,ma la maggioranza degli italiani l'ha voluto."
(Bernard Henri Levy,scrittore e filosofo)

La vera anti-Berlusconi sei tu.Spippy for president :)

Spippy ha detto...

SCHIAVI O LIBERI:

Sono proprio le classi meno abbienti a lasciarmi sbigottita col loro farsi abbindolare da questo nanerottolo insulso. Proprio loro, che invece avrebbero bisogno di qualcuno che s'interessasse per davvero a certi grossi problemi.
Un bacio.

ANNA:

Carissima, se poi lo trovi fammi un fischio, che magari ha un fratello o un cugino in cerca di una compagna ;)
Grazie di essere passata di qua!

ZATTERA:

I suoi alleati, se possibile, sono ancora peggio di lui. Un branco di pecoroni sbavanti dietro al loro carismatico pastore.. Non ne posso più di vedere nei telegiornali sempre le solite facce viscide dei vari Cicchitto-bananito, Gasparri-tutti sgarri e Alemanno-grande danno.. sempre lì a decantare le lodi di uno schifido capo del governo, quando avremmo tutti solo che da vergognarci.

MAT & BAOL:

Vi quoto entrambi. A quando l'esecuzione?

SQUILIBRATO:

Che triste, amara, sacrosanta verità.

DIGITO:

Ma almeno la pornografia, eccheccavolo, quella almeno voglio dire ti fa godere. Io, per quanto mi sforzi, non riesco proprio a capire cosa i suoi elettori possano trovare in lui di godereccio e libidinoso... proprio non ce la faccio..

DUAL:

Grazie di essere passato, buon inizio settimana!

XPX:

Il problema di fondo è che non c'è alternativa. Punto. Abbiamo una sinistra che deve decidersi a darsi una mossa, svegliarsi dal torpore e mandare tutti a casa. Non possiamo assolutamente pensare che la soluzione venga per l'ennesima volta dall'America, ci hanno già salvato una volta.. adesso sta a noi, ecccheccccavolo.

FRATELLO VENTO:

Mi fa molto piacere, ci vuole una bella brezza fresca ogni tanto ;) .. già che ci sei, non è che potresti soffiare via anche lo psico-nano? Te ne sarei eternamente grata :)

JAENADA:

Potrei seriamente pensare di candidarmi, di sicuro avrei più grinta di Veltroni-D'Alema-Rutelli e compagni messi insieme. Però mi devi garantire un supporto degno del mio carisma politico: voglio una sterminata folla di bloggers al mio seguito, con tante bandierine colorate dalla scritta SPIPPY FOR PRESIDENT!! Il mio simbolo sarà lo sguardo languido della mia micia. Altro che Berlusca, io sì che saprei sedurre l'Italia intera...

Ross ha detto...

Di sprecare le mie preziose parole per Berlusconi oggi proprio non mi va. Le userò per qualcosa di più importante: lasciarti un saluto prima di partire. :-)

Ciao bellissima, a presto!

ORCABUS ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
JAENADA ha detto...

Ok,il tuo programma mi ha convinto.Organizzerò una Convention per sotenere la tua candidatura.Ma a elezione avvenuta mi prometti di telefonare a Saccà per farmi avere una particina in una fiction? E se mi rendo sessualmente disponibile e appagante mi nomini Ministro delle Pari Opportunità?

Spippy ha detto...

ROSS:

Ben detto, a presto Ross cara!!

JAENADA:

Ah ma allora sei proprio convinto che la politica italiana non cambierà mai... tutto questo scetticismo... io dico... almeno un po' di ottimismo, di buona fede....

A proposito di fede... ma se io ti eleggo ministro (ovviamente dopo aver avuto piena dimostrazione della tua disponibilità sessuale), tu garantisci di trovarmi un giornalista sullo stampo di Fede che tenga un tiggì sbrodolante elogi a favore della sottoscritta???